Venezia si prepara a tornare in regata al motto di “Prevenzione è vita!”. È stata infatti presentata questa mattina a Cà Farsetti, sede del Comune di Venezia, la seconda edizione del Trofeo LILT-VE,  regata a scopo interamente benefico a favore della Lega Italiana Lotta ai Tumori che si svolgerà domenica 12 maggio nelle acque antistanti il Lido di Venezia.

L’evento, ideato dallo Yacht Club Venezia e dal suo presidente Mirko Sguario ed organizzato in collaborazione con Compagnia della Vela, Diporto Velico Veneziano, Lega Navale Italiana sez. di Venezia e Vento di Venezia, rappresenta un’opportunità unica per unire la passione per la vela all’impegno sociale, sostenendo una causa nobile e contribuendo alla diffusione della cultura della prevenzione.

La LILT, che ha cento anni di storia, promuove da sempre la prevenzione e lotta contro le malattie tumorale con attività di ricerca e di assistenza ai pazienti oncologici” afferma il presidente della sezione di Venezia dott. Carlo Pianon. “Tra le sue molteplici attività è presente anche il trasporto del tutto gratuito dei malati di tumore ai luoghi di cura. Grazie alla collaborazione con lo Yacht club Venezia, soprattutto nella persona del suo Presidente Mirco Sguario e di moti altri club nautici veneziani il Trofeo LILT promuovere sia un’attività altamente salutare come la vela, sia ci da la possibilità di raccogliere fondi destinati a sostenere l’attività associativa. Infatti lo scorso anno, alla presenza di autorità cittadine, è stato acquistato e inaugurato un pulmino idoneo anche al trasporto dei disabili. Quest’anno con il II Trofeo Lilt vorremmo replicare la bella esperienza, arricchendola anche con alcune novità che vogliono  consolidare lo spirito di amicizia tra i molti velisti presenti e i sostenitori della LILT”. 

Quest’anno devo ringraziare la Marina Militare tramite il suo comandante Giampaolo Nardone, che ci ha concesso di essere loro ospiti per la cena di gala che si terrà sabato 11 maggio” ha affermato Mirko Sguario, annunciando che durante la serata  sarà anche organizzata una pesca di beneficenza il cui ricavato sarà interamente devoluto a favore della LILT. La presidente del Consiglio Comunale Ermelinda Damiano, da sempre sensibile al tema della prevenzione oncologica, ha invece posto l’attenzione sulle tante iniziative portate avanti in questi anni insieme alla LILT e lo Yacht Club Venezia, come l’iniziativa del vaporetto rosa durante la Venice Hospitality Challenge. 

La Compagnia della Vela – spiega il suo presidente Giuseppe Duca – è molto contenta di partecipare al progetto che ha portato al Trofeo Lilt, che è un segno tangibile della vitalità della comunità velica veneziana e della sua sensibilità verso il sostegno alle associazioni che, come la Lilt, aiutano le persone più sfortunate. Un ringraziamento va a Mirko Sguario e a Carlo Pianon per essersi resi promotori del trofeo”.

Il Trofeo LILT giunto alla seconda edizione vedrà la partecipazione dei nostri Soci non solo sul campo di regata ma anche a terra fattivamente, per consentire che l’evento possa crescere e diventare una manifestazione di grande visibilità e raggiungere con il suo messaggio anche chi, non praticando lo sport della vela, sarà sensibilizzato sul tema della prevenzione. Come sempre accade nel nostro contesto il successo è frutto dell’attività di volontari che gratuitamente si spendono offrendo idee, capacità, professionalità, molto lavoro e soprattutto molto tempo quindi ringrazio sentitamente e chiederò ai nostri Soci la massima partecipazione anche in mare per la migliore prestazione agonistica.” ha affermato Enrico Catarra, presidente del DVV, sottolineando anche come il Diporto Velico Veneziano nella sua storia ha sempre sostenuto concretamente le iniziative sociali promosse a favore dei più deboli e dei meno fortunati. 

Giunge forte la voce dei soci e del Presidente della Lega Navale Italiana, Massimo Comelato, affinché la manifestazione del 12 maggio sia una grande presenza di imbarcazioni ed un forte impegno, da parte di tutti i cittadini, al fine di ottenere fondi per aiutare tutte quelle persone che si trovano spesso di fronte a difficoltà enormi come può essere un semplice spostamento da casa ad un centro specializzato per la cura delle malattie:”La Lega Navale Italiana nell’ambito dei propri fini istituzionali si ispira ai principi dell’associazionismo al fine di svolgere attività di promozione e di utilità sociale a favore di tutte quelle persone costrette a lottare per la loro vita. Questi sono i valori fondamentali che uniscono i circoli velici veneziani impegnati in questo evento”. 

Le imbarcazioni partecipanti godranno di ospitalità gratuita presso le darsene dei Circoli Organizzatori sabato sera, fino ad esaurimento disponibilità. Per maggiori informazioni e per iscriversi al Trofeo LILT-VE, è possibile visitare il sito web dello Yacht Club Venezia o contattare direttamente gli organizzatori.